Come ottimizzare la produzione a freddo e la conservazione in modo efficiente e sostenibile


Studio di performance su chillers R-1234ze vs. Ammoniaca: il rapporto di efficienza energetica aumenta notevolmente con il Solstice ze.

 

 

Contesto

 

 Optinergie, un ufficio di ingegneria specializzato in prestazioni energetiche industriali, sta effettuando campagne di misurazione sul sito di COFRA tra maggio e dicembre 2020 su richiesta della società Quercy Réfrigération. L'obiettivo è quello di calcolare l'EER* complessivo analizzando finemente il funzionamento degli impianti attraverso misure fisiche e strumentazione.

 

 L'EER* è determinato dal rapporto tra l'energia frigorifera prodotta e l'energia elettrica assorbita dall'unità di raffreddamento.

 

Le registrazioni vengono effettuate su :

  • il flusso della salamoia,
  • le temperature di mandata/ritorno sul circuito della miscela incongelabile,
  • consumo elettrico sul flusso generale dei refrigeratori R-1234ze (compressore, condensatore, pompe primarie e ausiliarie sullo stesso flusso) e sui flussi del compressore, del condensatore, della pompa primaria, della ventola del radiatore dell'olio e della pompa del radiatore dell'olio per questa unità NH3. 

Nota: Questi impianti sono paragonabili perché il loro principio di regolazione è simile. I refrigeratori sono dotati di regolatori di velocità elettronici. Quelli con R-1234ze non hanno un radiatore dell'olio.


* (Energy Efficiency Ratio / Rapporto di efficienza energetica).

 

Descrizionedell'impianto di refrigerazione del sito COFRA

 

L'impianto COFRA è composto da 4 unità frigorifere in parallelo per alimentare un serbatoio di acqua refrigerata. Tre di questi gruppi hanno R-1234ze come refrigerante, l'altro gruppo utilizza ammoniaca.

 

 

 

Chiller 1

 

Chiller 3

 

Di seguito viene presentato il PID (piano d'attuazione dettagliato) degli alimentatori primari e secondari delle unità; le misure di portata e di temperatura sono state effettuate ogni volta sul circuito primario delle unità. I simboli Q, T1 e T2 simboleggiano rispettivamente le posizioni delle misurazioni della portata della salamoia, della temperatura di ritorno (all'unità) e della temperatura di mandata (al serbatoio).

 

 

 

 

 

 

 

Risultato: migliori prestazioni con l'R-1234ZE

 

 

Campagna di misurazione dal 13 al 27 maggio 2020 sul chiller n. 1 a ze con il sistema Regandsy inattivo e il chiller n. 3 a NH3.
L'EER del refrigeratore NH3 si degrada più velocemente quando la temperatura esterna aumenta. Gli EER medi sono : R-1234ze = 1,73; NH3 = 1,29, ossia una differenza di rendimento medio del 25%.

 

campagne 1

 

 

Campagna di misurazione dal 26 agosto 2020 all'8 settembre 2020 sul chiller n. 1 a ze con il sistema Regandsy attivo solo per due giorni*, chiller n. 2 a ze con il sistema Regandsy inattivo e chiller n. 3 a NH3. Questo mostra un miglioramento generale dei TCE (+40% circa).

 

 

 

campagne 2

repartition consommation

 

 

 

*Nota: una terza campagna di misurazione sarà effettuata alla fine dell'anno per confrontare i risultati con o senza il sistema Regandsy per un periodo di tempo più lungo. L'EER misurato nei due giorni di funzionamento è attualmente di 2,95.

 

 

 

 

 

 

 

Conclusione

 

« Questa seconda campagna conferma anche che i refrigeratori R-1234ze superano la NH3 in condizioni operative simili con temperature esterne elevate ed una  maggiore conservazione della frutta »

 

sottolinea Quentin Camou-Juncas, Industrial Energy Performance Engineer di Optinergie.

 

 

Volete saperne di più? Leggete il nostro caso studio.